-Prima stanza- L’amore cieco

By NeraAnima No comments



E lungo il corridoio, alla luce delle fioche lampade.
Ecco la prima stanza oscura come l’Ade.
Abbiate orecchie per la storia che sentirete
e labbra mute così con sciocchezze non interromperete.
Questa è la stanza di colei che amava ciecamente
e quando fu tradita perse l’animo e la mente.

“Chi c’è? Chi entra nella mia stanza?
Chi ha il coraggio di guardare la morte della speranza?”

Chiederei a lor signori, di dotte e ingegnose mentalità,
chi ha il coraggio di accendere la luce che l’oscurità schiarirà?
Bene! Vedo che il coraggio non manca,
come l’idiozia che spesso come la morte branca.

“..sento odore di grande menzogna.
La conosco bene è per questo che il sangue mi bagna.
Cosa? Voi chiedete se io sono pazza?
Probabile visto che gli occhi ho strappato con dolcezza.
Il mio amore fu stroncato dal tradimento
e vederlo ha ucciso il mio sentimento.
Strappai via gli occhi per non guardare
ma non serve per dimenticare.
E ora son qui chiusa in questo circo dell’anima
dove molti son passati dimenticando ciò che erano prima.
Non come voi cercatori di consensi illuminati
che con le parole date aria ai vostri ego sfrenati.”

Scusatela miei intransigenti avventori
ma il suo sguardo ha scavato troppo nei cuori.
E’ tempo che il cammino riprenda,
la strada è angusta e tremenda.
Dobbiamo finire prima che il giorno salga
portandovi un barlume si speranza e luce a valanga.
Non dimenticate! Se anche il cammino è duro
lo spettacolo continua nel Circo dell’Amore Oscuro

Lo spirito del lupo sempre vi protegga

Lascia un commento